Itinerari dei Sensi

Si tratta di interventi di bioarchitettura paesaggistica dislocati in punti strategici della Riserva Naturale Orientata di Onferno, ideati in collaborazione con l’arch. Filippo Bartolini. L’intento è stato quello di creare oasi di bellezza dove le intelligenze della natura sembrano prendere il sopravvento sulla presenza umana, sostituendo il “proprio” stile architettonico a quelli manifestamente artificiali dell’uomo: uno stile essenziale e pulito – archetipo, si potrebbe dire – ma allo stesso tempo anche moderno.

Fondendo paesaggio naturale e paesaggio artificiale, dando vita a una delicata continuità fra l’uno e l’altro, incoraggiando un rapporto prerazionale con la natura, le installazioni poste negli Itinerari dei Sensi propongono all’utenza una diversa percezione del paesaggio, certamente più attenta e ricettiva. Inoltre assolvono a diverse funzioni pratiche: completano, abbellendola, la sentieristica dell’area; potenziano il circuito turistico collegato al rispetto per l’ambiente; stimolano l’afflusso delle scolaresche e delle famiglie.

Tutte le strutture sono state realizzate intrecciando manualmente potature di essenze arboree autoctone (in particolare nocciolo), legate poi insieme con stretti giri di spago. Le vernici impiegate, composte principalmente con olio grezzo di canapa sativa e lino cotto, raggiungono una biodegradabilità del 100%.

Il progetto è stato promosso dall’ente Riserva Naturale Orientata di Onferno, sostenuto dal Comune di Gemmano e dalla Provincia di Rimini – Assessorati all’Ambiente, e cofinanziato dalla Comunità Europea (macroprogetto Parks & Economy 2008).

Bozzolo

 

È una struttura a capanna di forma ovulare, di 2,5 m d’altezza e altrettanti di diametro massimo.

Bacca di Rosa Canina

È una variante del Bozzolo. Raggiunge i 5,5 m d’altezza e i 2,5 di diametro massimo.

Tunnel dei Sensi

Si tratta di una struttura a galleria lunga circa 20 m, alta 2,5 m e larga altrettanto, formata da potature di castagno e nocciolo. In un secondo step si faranno crescere, lungo le potature che compongono le centine e l’intreccio della struttura, piante con bacche colorate e piante dai fiori particolarmente odorosi.

Inghiottitoio

La forma di questa struttura è stata dettata dalla conformazione della piazzola di sosta destinata agli escursionisti e ispirata in particolar modo agli inghiottitoi di natura carsica tipici di questo territorio. È lunga 20 m, larga fino a 10 e alta fino a 4.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...